MindLenses Professional ottiene la Certificazione come Dispositivo Medico

ministero della salute

È stato un processo lungo e complesso, ma ce l’abbiamo fatta!

Oggi abbiamo completato la revisione della documentazione da parte del Ministero della Salute, che da oggi aggiunge ufficialmente Mindlenses Professional tra i dispositivi medici di classe I – con relativo marchio CE – nella categoria: Z12069082 – STRUMENTAZIONE VARIA PER FISIOTERAPIA E RIABILITAZIONE – COMPONENTI ACCESSORI SOFTWARE.

Come riportato nel sito del Ministero della Salute, “I dispositivi medici sono raggruppati, in funzione della loro complessità e del potenziale rischio per il paziente, in quattro classi: I, IIa, IIb, III.
La classificazione dipende dalla destinazione d’uso indicata dal fabbricante e va attribuita consultando le regole di classificazione riportate nell’Allegato IX del Decreto legislativo 24 febbraio 1997, n 46.
La classificazione si attua fondamentalmente tenendo conto dell’invasività del dispositivo, della sua dipendenza da una fonte di energia (dispositivo attivo) e della durata del tempo di contatto con il corpo ”

3 motivi per la certificazione

La classificazione di MindLenses Professional come dispositivo medico di classe I è stata ottenuta grazie

– Al basso grado di invasività dello strumento – occhiali con lenti prismatiche;
– Alla scarsa presenza di effetti collaterali / controindicazioni all’uso;
Alla breve durata di utilizzo del dispositivo per singola sessione (circa 15′ per le lenti prismatiche e circa 30′ per i serious games).

Le pratiche burocratiche relative alla conformità dello strumento e alle norme ministeriali nazionali e dettate dall’UE sono state condotte in collaborazione con l’azienda torinese Use-me-d.

Il lavoro di conformità ha prodotto una grande mole di documentazione che regolamenta l’uso del dipositivo e i suoi limiti, l’analisi dei dati, data protection, e misure di sicurezza del prodotto. Il lavoro sulla progettazione e realizzazione di un prodotto conforme alle regole ministeriali ha impiegato le forze della totalità del team, ma particolari lodi alla founder di Use-me-d Alice Ravizza e alla responsabile clinica Agnese Di Garbo, per la loro professionalità ed impegno nella stesura della documentazione finale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Leggi anche

Comments are closed.